RIVALUTAZIONE DELLE PRESTAZIONI ECONOMICHE PER INFORTUNIO E MALATTIA PROFESSIONALE

Il Ministero del lavoro ha pubblicato i decreti di rivalutazione delle prestazioni economiche per infortunio sul lavoro e malattia professionale per il settore dell’agricoltura, dei medici radiologi e dell’industria, compresa quella marittima (rispettivamente DM 93/2019, DM 94/2019 e DM 95/2019).

Di seguito i principali dettagli che emergono dai suddetti Decreti.  

Settore dell’Agricoltura (DM 93/2019)

La retribuzione annua convenzionale per la liquidazione delle rendite per inabilità permanente e morte è fissata in 24.981,61€ dal 1° luglio 2019, mentre la retribuzione annua convenzionale per la liquidazione delle rendite dirette e ai superstiti in favore dei lavoratori autonomi è pari a 16.554,30€.

L’assegno per l’assistenza personale continuativa è fissato a 545,02€, mentre gli assegni continuativi mensili sono rivalutati dal coefficiente 1,011, così come di seguito:

Inabilità

Importi dal 1° luglio 2019

dal 50 al 59%

383,06€

dal 60 al 79%

534,53€

dall’80 all’89%

917,69€

dal 90 al 100%

1.300,82€

100% + a.p.c.

1.845,83€

Settore dei Medici Radiologi (DM 94/2019)

La retribuzione annua per la liquidazione delle rendite in favore dei medici colpiti da malattie e lesioni causate dall’azione dei raggi X e delle sostanze radioattive è fissata in 61.385,80€ a partire dal 1° luglio 2019.

Settore dell’Industria, anche marittima (DM 95/2019)

La retribuzione media giornaliera è fissata in 78,83€, per la determinazione del minimale (16.554,30€) e del massimale (30.743,70€).

Per i componenti dello stato maggiore della navigazione marittima e della pesca marittima, il massimale di retribuzione annua è:

  • 270,93€ per comandanti e capi macchinisti;
  • 507,31€ per i primi ufficiali di coperta e di macchina;
  • 125,51€ per gli altri ufficiali.

I coefficienti annui di variazione per la riliquidazione delle rendite sono determinati in:

  • 1,011 per l’anno 2017 e precedenti;
  • 1,000 per l’anno 2018 e il 1° semestre 2019.

L’assegno per l’assistenza personale continuativa è fissato in 545,02€, mentre applicando il coefficiente di rivalutazione 1,011 gli importi degli assegni continuativi mensili sono i seguenti:

Inabilità

Importi dal 1° luglio 2019

dal 50 al 59%

305,82€

dal 60 al 79%

429,07€

dall’80 all’89%

796,64€

dal 90 al 100%

1.227,32€

100% a.p.c.

1.773,06€

Per maggiori dettagli, si faccia riferimento ai seguenti decreti:

  • DM 93/2019 - Settore dell’Agricoltura
  • DM 94/2019 - Settore dei Medici Radiologi
  • DM 95/2019 - Settore dell’Industria, anche marittima
INDIRIZZO LEGALE
Corso Tassoni 79/3
10143 Torino - Italia
 
P.iva/C.F.: 10502170011

 


Privacy Policy
Cookie Policy

CONTATTI

Tel.: 011 757.67.95
Fax: 011 070.49.59
 

LE NOSTRE SEDI

Image

NEWSLETTER

Cliccando su INVIA accetti i
nostri termini di privacy.
Form by ChronoForms - ChronoEngine.com